Google+ Badge

mercoledì 21 dicembre 2016

Solstizio d'inverno

alle 11.44 in Italia





















Eh sì fa freddo. A tutti gli effetti oggi si entra ufficialmente in inverno con la giornata più corta dell'anno, poco meno di nove ore di irraggiamento solare.
Oggi per me é festa. Da domani le giornate si allungheranno. Una nuova rinascita.

cose da sapere sul solstizio invernale

venerdì 16 dicembre 2016

sognando la primavera
Ultimi giorni di dicembre con il freddo che finalmente si fa sentire. L'anno si chiude sapendo che passerò buona parte dell'inverno con la testa occupata ad immaginare zone di colore sulla carta nella speranza che uno dei progetti possa trasformarsi in qualcosa di vivo, profumato e colorato. Per ora immagino, poi come tutti quelli che amano lavorare la terra sarò impaziente, smarrita, attonita, incredula, e forse stupita. In preda alle gioie e ai dolori che le piante sanno regalarci. E come polvere magica, l'impalpabile è racchiuso in queste piccole bustine arrivate poco prima di Natale.


martedì 13 dicembre 2016

autunno in giardino


















Ho fatto l'ordine davvero in ritardo e seppur in periodo pre-natalizio il pacco è arrivato in un battibaleno. Il terreno non è ancora gelato così sabato sono riuscita a interrare tre tuberi di “Paeonia Sorbet” nell'aiuola vicina alle erbacee perenni. E' una peonia erbacea ibrido della P. Lactiflora – originaria dalle zone centrali della Siberia fino alla Cina continentale - che in primavera sviluppa un cespuglio di foglie alto circa 60 e altrettanto largo che scompare in autunno. Raggiungerà una dimensione di circa 100-120 cm in larghezza e 100 in altezza gli anni successivi. Solitamente il primo anno non produce fiori, che nella “Sorbet “ sono molto profumati e doppi, con petali rosa tenero e bianco panna che al centro sfumano verso il giallo. La fioritura avviene tra maggio e giugno.  












In questa zona del Piemonte la peonia cresce benissimo. Esempi stupendi sono presenti in molti dei giardini vicini. Essendo una pianta rustica sopporta temperature fino a -15 ˚C. Predilige suolo calcareo (con pH intorno a 8-8,5) pertanto, anche se argilloso, la zona che ho scelto dovrebbe essere adatta. Per limitare la pesantezza (tipica dei terreni argillosi) e aumentare la permeabilità ho aggiunto del fogliame caduto dai carpini del giardino. E' consigliata una pacciamatura invernale con foglie e una concimazione leggera con cornunghia, a cui provvederò quanto prima. Ho invece “recintato” le piante con della rete che spero funzioni da deterrente e le “protegga” dalla furia devastatrice dei cinghiali che quest'anno continuano senza sosta a vagare per il prato creando solchi profondi a macchia di leopardo. 



















Vicino alle peonie ho interrato bulbi di tulipani gialli ricevuti in regalo da un amica al rientro da un viaggio in Olanda.
In un altra zona del giardino, vicino al lillà (Syringa vulgaris) ho messo a dimora 5 bulbi di “Allium Beau Regard” . 












Dovrebbe fiorire in estate con fiori molto grandi (di circa 12-15 cm) rosa e lilla su steli alti 1,5-2 m. Di fianco gli ho accostato 22 bulbi di “Allium Aflatunense Purple Sensation” . 













Questa varietà fiorirà in tarda primavera - inizio estate con una palla compatta di 10 cm di diam formata da piccoli fiori stellati di color porpora su steli alti circa un metro. L'allium é una pianta che mi mette allegria, semplice da coltivare, ne ho già qualche esemplare in giardino, e poco esigente.
 

















Perfetta per giardinieri inesperti come me. Il suo nome deriva dalla parola celtica all 'pungente', per il sapore caratteristico e tipico dell'aglio. E' un antiparassitario naturale e se accostato alle rose ne tiene lontani gli afidi. In primavera proveró ad interrare le talee di rose che al momento resistono nei loro vasi in giardino. 


















Gli allium sono rustici, vivono bene in posti soleggiati con terra ben drenata - evitare i ristagni d'acqua che li farebbero marcire - e possono essere coltivati facilmente anche in vaso, da valutare le dimensioni a seconda delle specie.














Di seguito ho messo a dimora 5 bulbi di “Iris Claire Louise”, che dovrebbero sbocciare tra la primavera e l'estate con petali di colore bianco e barbe tendenti al giallo; ammesso che si riprendano perchè mi sembravano patiti e sul secco. 

















E infine una ventita di tulipani “Rosalie” di colore rosa e altrettanti “Alabaster” di color bianco.
Sono rimasti nella scatola ancora da interrare una quarantina di “Muscari Botryoides Album”



















Per ordini  Raziel


Le immagini dei:  tulipani "Rosalie" e "Alabaster" -  Iris "Claire Louise" - degli Allium sono scaricati dal sito Raziel

Riferimenti:

Gardenia Maggio 1986 - “Peonia dalle sette virtù” pag 76-83

Grande Enciclopedia del giardinaggio”, Curcio volume 5 (peonie) e volume1 ( Allium)


Elena Tibiletti “Il giardino e la sua terra” Calderini 2006